Terremoto

Home/Tag: Terremoto

CANTO 6409

2018-08-09T14:38:38+01:00ZRAlt! n. 19/20 – Inverno 2017/Primavera 2018|

Non c’è storia in questo cortometraggio, come non c’è più storia nei luoghi distrutti

di Dino Viani

“Canto 6409” è uno di quei film che nessun cineasta avrebbe mai voluto fare, compreso chi scrive.

Rimane il fatto che il 7 Aprile 2009 – il giorno successivo al devastante sisma aquilano – ero sul campo. Inizialmente non c’era da parte mia la benché minima idea di pensare a un film, o, comunque, di fare qualcosa di importante.
Ero lì come inviato “speciale” di una agenzia di stampa connessa con gli abruzzesi/italiani nel mondo che mi chiedeva di raccontare quella tragedia in maniera diversa da come, sin dal primo momento, si stava narrando sui media, televisivi in particolare.

[…]

SUL TERREMOTO DI LISBONA DEL 1755

2016-12-05T23:39:41+01:00ZRAlt! n. 13 - Estate 2016|

«Elementi, animali, umani tutto è in guerra. / Confessiamolo pure, il male è sulla terra [Voltaire] » «Se gli abitanti di quella grande città fossero stati distribuiti più equamente sul territorio e alloggiati in edifici di minor imponenza, il disastro sarebbe stato meno violento o, forse, non ci sarebbe stato affatto» [Rousseau]

di François Marie Arouet de Voltaire e Jean-Jacques Rousseau

Nell’apocalittico giorno di Ognissanti del 1755 un terremoto classificato al IX grado della scala Richter, […]

SERGIO NANNICOLA, L’AQUILA TERREMOTATA E LE RAMMEMORANTI MACERIE DI MNEMOSINE

2019-03-30T08:12:22+01:00ZRAlt! n. 6 – Autunno 2014|

La menzogna istituzionale è sconfitta da un debordiano  détournement utilizzato dall’artista nella sua “controinformazione estetica”

di Antonio Gasbarrini

È Mnemosine, l’augusta dea orfica, che attinge dal pozzo della visione
misterica, e additando il passato riconduce attraverso la poesia  – è
madre delle Muse – alla   grande iniziazione, da cui discendono le
immagini  degli dèi,  riflesso che compensa – nella memoria  –
di quell’esperienza, quando è trascorsa.

Giorgio Colli […]

L’AQUILA CHIAMA HAITI, HAITI RISPONDE NEL ROMANZO “BALLATA DI UN AMORE INCOMPIUTO” DI LOUIS-PHILIPPE DALEMBERT

2015-02-01T19:35:44+01:00ZRAlt! n. 6 – Autunno 2014|

Dalembert si muove con perizia nel trattare il dolore allo stato puro che attanaglia anche il lettore più freddo e distaccato

di Anna Maria Giancarli

La ballata è un componimento poetico, nella metrica italiana, così chiamato perché cantato da un coro di danzatrici, accompagnato dalla musica. […]

UNIVERSO IN RI/COSTRUZIONE

2014-06-17T16:24:31+01:00ZRAlt! n. 4 – Primavera 2014|

Fotogrammi pittorici d’un unico film girato da una stordita Mnemosine approdata nella laguna veneziana

di Antonio Gasbarrini

Il titolo di questa mostra personale dell’artista iraniano Rezakhan a Venezia, ne riecheggia un altro pressoché identico: Universo in costruzione. Utilizzato nel 1991 nel testo di presentazione di una delle sue prime uscite espositive nell’aquilana Officina di Claudio Del Romano.

Qui Rezakhan ha collaborato, come grafico, con uno dei più insigni figli dell’arte tipografica italiana (Claudio Del Romano, appunto, scomparso quasi novantenne alcuni giorni fa). […]

PIOVONO SCHIERE DI EROI NEGATIVI

2014-04-24T10:11:08+01:00ZRAlt! n. 3 - Inverno 2013|

L’eroe agisce nel nome del comune sentire, il suo opposto si adopera per violarlo, calpestarlo

di Giancarlo De Amicis

Come angeli ribelli caduti dal cielo oggi piovono, in Italia e a l’Aquila, schiere di eroi negativi. La parola magica che potrebbe sciogliere il maleficio della loro presenza sembra del tutto sconosciuta. […]

MURA DI SAPERE

2014-04-24T10:12:55+01:00ZRAlt! n. 3 - Inverno 2013|

La scuola al tempo del terremoto

di Eutizio Crudele

15 novembre 2013 alle ore 17.45

La scuola? La scuola è da sempre sulla bocca di tutti, di troppi. In questo paese tutti si sentono, ogni giorno, in dovere di dire la propria.

Nel bel paese dove ogni lunedì tutti sono allenatori, medici, architetti, ecc. ecc., vuoi che le gente non dica la sua sulla scuola? Ma è giusto che tutti facciano della scuola il loro argomento di discussione? È giusto che la scuola sia attaccata da ogni lato?

Io sono un insegnante in una scuola post-sisma, ma credo che la scuola italiana, e non solo quella del territorio aquilano, sia protagonista di uno sciame sismico che ormai dura da troppo tempo. […]