René Thom

Home/Tag: René Thom

ARRIGO LORA TOTINO. Per giravolte piroette volteggi andirivieni labirinti anfratti rigogoli tortuosità, influenti traslati

2019-05-13T11:01:37+01:00ZRAlt! n. 22 - Autunno 2018|

La maggior parte delle sue ricerche sulla vocalità e sulle potenzialità sonore della scrittura si esprime al meglio se congiunta all’uso dinamico del corpo, al gesto che interviene in maniera determinante nella composizione poetica

di Giovanni Fontana

La parola, nell’opera di Arrigo Lora Totino, si dispone sinesteticamente ad assumere caratteri polimorfi, a coinvolgere tutti i sensi, a rendersi disponibile per evoluzioni metamorfiche, a passare da una misura ad un’altra,

[…]

LA TEORIA DELLE CATASTROFI, LA FILOSOFIA E L’ESTETICA DEL NUOVO SENTIRE

2018-05-05T08:15:54+01:00ZRAlt! n. 18 - Autunno 2017|

Le catastrofi introducono sempre variabili e nuovi modelli nell’ambiente. Quando avviene un cambiamento e poi si ritorna al passato, nulla è come prima

di Giuseppe Siano

La Teoria delle Catastrofi in generale ha un programma che è facile da esporre in modo sintetico: si tratta di spiegare l’azione delle forme naturali. Fin da quando posiamo il nostro sguardo razionale sul mondo, costatiamo che l’universo non è un caos, che è diviso in forme relativamente distinte, ben separate le une dalle altre. Queste forme però all’improvviso possono precipitare da un Cosmo ordinato a un Caos.

[…]

PER UN’ “EST-ETICA” DELLA CATASTROFE *

2018-01-09T15:45:52+01:00ZRAlt! n. 17 - Estate 2017|

L’auspicata Avanguardia torni ad esser calda o quanto meno tiepida. Inoltre sia capace di emozionare restituendoci almeno un pizzico della sublimità annichilita. Solo in tal modo, a nostro parere, una più pertinente “est-etica” avrà modo di affermarsi

di Antonio Gasbarrini

Estetica ed etica, da riformulare concettualmente con “est-etica” in una società cinica, irriconoscibile e complessa come l’attuale – con un trattino che non divide ma cerca di legare indissolubilmente le due facce della stessa medaglia – devono continuare ad attingere una loro perdurante legittimazione al “bello e buono” (kalòs kài agathós) d’ascendenza greco-platonica.

Un “bello e buono” trasmutati ora in cancerogeni “brutto e cattivo”,

[…]

DELLA CATASTROFE ovvero UN TENTATIVO DI COLMARE L’ABISSO (GUIDO CERONETTI)

2016-01-25T16:47:15+01:00ZRAlt! nn. 9/10 - Estate/Autunno 2015|

Gli artisti accettano la sfida, si mettono in gioco in ogni attimo della loro vita, sacrificano tutto alla propria opera – un compito e un destino – e, grazie a questo, sconfiggono la morte: “Thana(tos) libera tutti!”

di Marco Fioramanti

Occorre ascoltare lo spirito profondo, quello spirito di morte e di rovina e, all’uopo, accettare la menzogna e l’inganno, […]

EDITORIALE

2015-02-07T11:18:23+01:00ZRAlt! n. 6 – Autunno 2014|

Cifre statistiche alla mano, le catastrofi d’origine antropica (guerre, e al momento, terrorismo jihadista ) continuano a fare concorrenza, in termini di vite umane spente, alle naturali. In buona parte contrastate, le seconde, dalle conquiste scientifiche e tecnologiche. Non sempre, però, indirizzate a tutelare il valore sacro e inalienabile di ogni singola esistenza, a prescindere da età, sesso, credo religioso, etnia… La percezione che più di una cosa non vada, in questa arrossata terra, non è dovuta solo all’acre odore del depistante frutto marcio della spettacolarizzazione massmediatica, ma di una più ampia presa di coscienza del crescente disagio sociale di singoli, gruppi, masse e popoli su popoli viepiù deliberatamente affamati dalle imperanti multinazionali con il palese ricatto del “lavoro che non c’è” o, se […]

CATASTROFE E CREATIVITÀ: ALCUNI SNODI

2015-02-07T10:09:58+01:00ZRAlt! n. 6 – Autunno 2014|

La catastrofe comporta un cambiamento più o meno repentino nell’ambiente o nell’orizzonte spaziotemporale entro cui si produce una trasformazione o una perestroika

di Antonio Rainone

1.1 La teoria delle catastrofi (da ora in poi la chiamerò TC) è un sofisticato utensile multiuso che il matematico francese René Thom sviluppò nel corso degli anni Sessanta dello scorso secolo e che, a partire dal 1972, gli dette fama internazionale. […]

CREATIVITÀ E CATASTROFE

2014-04-22T17:23:00+01:00ZRAlt! n. 3 - Inverno 2013|

La regione spaziale intorno al buco nero, muove l’idea che psicologicamente porta l’osservatore a viaggiare verso la catastrofe

di Luciano Romoli

E tu non provi nessun turbamento,
quando l’intero equilibrio del mondo
vacilla come una cosa malferma?
W. Shakespeare

Durante l’avventura della propria vita ognuno si trova ad attraversare periodi in cui le situazioni evolvono con dinamiche lente, controllabili, prevedibili, assimilabili, ricorrendo ad una metafora geometrica, a spazi euclidei che si succedono a fasi convulse, in cui piccoli mutamenti o eventi improvvisi determinano profonde modificazioni dello stato generale delle cose. […]

SCHOLA

2014-02-13T18:49:44+01:00ZRAlt! n. 1 - Estate 2013|

La frantumata memoria proustiana in un lancinante filmato

di Antonio Picariello

La   teoria delle catastrofi di  René Thom degli anni Sessanta entrata  nella  prassi accademica italiana negli anni Settanta, portava  speranza e illusione indicando il pensiero scientifico come elemento da poter applicare alla soluzione di ogni problema, compreso quello dei terremoti. Poi però la catastrofe in Irpinia, quella molisana e successivamente  quelle abruzzese ed emiliana, hanno dichiarato concretamente che le catastrofi non sono solo un problema di struttura, ma una qualità relativa alla  coscienza  umana. […]