Marco Fioramanti

Home/Tag: Marco Fioramanti

FACE TO FACE (Ex carcere mandamentale di Montefiascone) – Primo tempo

2020-04-11T14:57:53+01:00ZRAlt! n. 26 – Autunno 2019|

Cella 8 – 64 stati di mutamento in 8 mq

di Marco Fioramanti

Io non spiego, non fornisco risposte, mi limito a descrivere.
Sta a voi cercare le connessioni.
Wittgenstein

Fuori dalla mia cella un cartello che dice: SI PREGA DI ENTRARE A PIEDI NUDI
Una mia tela dipinta, stretta e lunga (posta a mo’ di tappeto) – su cui ho cosparso invisibili granelli di polvere d’oro – accoglie i passi del visitatore fino a sedersi davanti a me.

Una grande foto posta lateralmente sulla parete mostra un mio profilo e l’ombra proiettata. In questo caso, invece di essere parallela, l’ombra è posta specularmente a me e mi osserva. Il recluso ha solo se stesso con cui dialogare e l’ombra si materializza come altro-da-me.

DAL “BE HIPPY” AL “BE YOURSELFIE” POP REVOLUTION ART

2018-12-04T19:10:54+01:00ZRAlt! n. 21 – Estate 2018|

Oggi ognuno può fare tutto, essere produttore e consumatore del suo stesso prodotto. E tutto questo grazie all’intuizione di un vetrinista, un pubblicitario di origini cecoslovacche

di Marco Fioramanti

La mia carriera di occupatore di facoltà, iniziata precocemente
nel 1962 quando, insieme a Vanna Fraticelli, Roberto Perris ed
Edgardo Pellegrini demmo inizio, quattro in tutto, a una occupazione
della facoltà di Architettura di Roma, che poi durò quarantacinque

[…]

DELLA CATASTROFE ovvero UN TENTATIVO DI COLMARE L’ABISSO (GUIDO CERONETTI)

2016-01-25T16:47:15+01:00ZRAlt! nn. 9/10 - Estate/Autunno 2015|

Gli artisti accettano la sfida, si mettono in gioco in ogni attimo della loro vita, sacrificano tutto alla propria opera – un compito e un destino – e, grazie a questo, sconfiggono la morte: “Thana(tos) libera tutti!”

di Marco Fioramanti

Occorre ascoltare lo spirito profondo, quello spirito di morte e di rovina e, all’uopo, accettare la menzogna e l’inganno, […]

EDITORIALE

2015-02-07T11:18:23+01:00ZRAlt! n. 6 – Autunno 2014|

Cifre statistiche alla mano, le catastrofi d’origine antropica (guerre, e al momento, terrorismo jihadista ) continuano a fare concorrenza, in termini di vite umane spente, alle naturali. In buona parte contrastate, le seconde, dalle conquiste scientifiche e tecnologiche. Non sempre, però, indirizzate a tutelare il valore sacro e inalienabile di ogni singola esistenza, a prescindere da età, sesso, credo religioso, etnia… La percezione che più di una cosa non vada, in questa arrossata terra, non è dovuta solo all’acre odore del depistante frutto marcio della spettacolarizzazione massmediatica, ma di una più ampia presa di coscienza del crescente disagio sociale di singoli, gruppi, masse e popoli su popoli viepiù deliberatamente affamati dalle imperanti multinazionali con il palese ricatto del “lavoro che non c’è” o, se […]

APOCALYPSE HOW

2015-02-07T10:18:41+01:00ZRAlt! n. 6 – Autunno 2014|

E se la catastrofe fosse stata prevista, esattamente nei modi in cui si sta realizzando, da un pensatore non più alla moda come Karl Marx?

di Renato Nicolini (con una testimonianza di Marco Fioramanti)

Che l’apocalisse sia in corso non c’è da dubitarne. Evidenti testimonianze del suo avvento, i fiumi di fango a Giampileri, ad Ischia, ad Atrano. Il terremoto dell’Aquila – e la paralizzante incapacità di progettarne almeno la ricostruzione. […]

EDITORIALE

2014-11-02T09:02:41+01:00ZRAlt! n. 5 - Estate 2014|

Mentre il sempre più malconcio globo terrestre si rigira e gira, o meglio, si aggira nel quadrimensionale tempo spazio curvo einsteiniano, catastrofi su catastrofi continuano ad abbattersi sulla sua desertificata pelle con una prevedibile finalità millenaristica. Non solo naturali, ma prevalentemente artificiali scatenate da un indomabile Male (dalle giornaliere guerre, alle pandemiche malattie tipo Ebola, ai paventati sciami solari… e, chi più ne ha, più ne metta).

In questa fosca ed offuscata realtà macrofisica e di riflesso sociale, diventa sempre più arduo contrapporre l’energia salvifica della creatività alle sciagure su sciagure amplificate dalla ridondanza spettacolare-propagandistica dei mass-media. […]

DE BELLO COSMICO, OVVERO IPOTESI DELL’AURA INFRANTA

2014-11-02T08:10:58+01:00ZRAlt! n. 5 - Estate 2014|

L’intenzione era quella di creare l’inserimento di un grattacielo arcaico, formato da legni bruciati e dipinti

di Marco Fioramanti

Le grandi opere sono quelle che inventano il loro proprio genere, o lo distruggono
Walter Benjamin

[…]