Archivi mensili: Giugno 2014

Home/2014/Giugno

EDITORIALE

2014-07-01T16:45:49+01:00ZRAlt! n. 4 – Primavera 2014|

Con la messa online di questo quarto numero trimestrale di ZrAlt!, il primo giro di boa annuale è stato superato con successo. La difficile scommessa iniziale, al momento, è stata pertanto vinta. Non altrettanto può affermarsi per auspicabili, quanto radicali cambianti socio-economici (su scala  planetaria) che consentano una più equa e meno disumana ripartizione delle risorse disponibili. Ad iniziare dal cibo, dall’acqua, dalla tutela della salute e dalla salvaguardia naturalistica d’un habitat ecocompatibile. […]

OMAGGIO A DON ANDREA GALLO

2014-06-17T16:13:20+01:00ZRAlt! n. 4 – Primavera 2014|

Mio amico e maestro di vita angelicamente anarchico

di Pino Bertelli

FAI DI OGNI LACRIMA UNA STELLA

“Lontano da me la saggezza che non piange,
la filosofia che non ride e la dignità che non abbassa la testa
di fronte a un bambino che sorride e chiede di spezzare il pane con lui”…
(Dal taccuino di una fotografo di strada). […]

L’OPERA D’ARTE COME SINGOLARITÀ CATASTROFICA

2014-06-17T16:14:26+01:00ZRAlt! n. 4 – Primavera 2014|

Nelle storia dell’arte, quella reale, non si danno alternative tra opere

di Antonio Del Guercio

La mia interrogazione del tema catastrofe e creatività discende (o sale?) dal piano del discorso generale a quello degli oggetti verificabili, dal piano della considerazione del tessuto culturale di un periodo storico o di una fase alla registrazione critica dell’intervento, per meglio dire dell’irruzione, dell’opera concreta. […]

GIUSEPPE SCALARINI: IL SEGNO CANCELLATO

2014-06-13T16:49:58+01:00ZRAlt! n. 4 – Primavera 2014|

È stata la catastrofe della dittatura  fascista a spezzare la sua matita eversiva. Aggressioni, violenze, carcere. Lampedusa, Ustica, Istonio i luoghi del suo confino

di Lucia Piccirilli

“ Una volta, a Gavirate, i carabinieri operarono una perquisizione nella mia casa.
Avete delle armi? mi domandarono in tono imperioso.
Tirai fuori di tasca la matita, e risposi, sorridendo: Sì; eccola qui.”

Sono state queste le parole con cui si è aperta all’Aquila la mostra dedicata al grande vignettista satirico Giuseppe Scalarini. […]

QUESTIONI DI SCARTI

2014-06-17T16:16:47+01:00ZRAlt! n. 4 – Primavera 2014|

L’ulcera della caduta è sotto l’inguine del tuo nudo disperato

di Giovanni Fontana

–                    Non a caso. Da cumuli fumiganti. Sistematiche invarianti del paesaggio. Dalle montagne di Guiyu e di Tongshan. Un arsenale di condizioni imposte. Proposte in acque di putredine. Villaggi trash. Diresti. Cina meridionale. Forse. E Scampìa. E polo antartico. E là nell’inferno del disperato ghetto di Nairobi. O Caracas. E Buenos Aires. E i docks in qualche porto disastrato. Ma anche giù per i Campi Flegrei. E distese. D’aree industriali o campagne in fermentazione. Corrotte cuccagne. Purulenta stratovisione di composte. Contrapposte. In impulsione. Repulsione. Inversione di tratteggi ininterrotti. Di solchi profondi. Di ferite blenorragiche nei fianchi della terra. […]

CLIC DE “L’AQUILA [SUR]REALE” NELL’IMPALATO CENTRO STORICO

2014-06-20T15:22:19+01:00ZRAlt! n. 4 – Primavera 2014|

Precarietà e spopolamento dietro i riflettori del quinto anniversario (si fa per dire) post-sismico

di Carlo Nannicola

Non solo [sur]reale come evoca il titolo dato alla mostra fotografica “effimera” allestita nel fantasmatico centro storico dell’Aquila (promossa e organizzata dal Comitato 3e32), bensì [estra] neante e inquietante nei suoi risvolti metaforici. […]

SALE CHIODATO

2014-06-17T16:22:16+01:00ZRAlt! n. 4 – Primavera 2014|

L’esperienza del terremoto aquilano ha segnato oltre che la vita, anche la produzione artistica del gruppo musicale

di Paolo Rosati

Con un solo aneddoto, spero di riuscire a chiarire la genesi del nome “adottato” dalla band Sale Chiodato, il cui fulcro storico è composto oltre che da me, dai compagni d’avventura Massimo Gallucci e Valter Marola: tre medici ospedalieri con spiccata vocazione musicale. […]

UNIVERSO IN RI/COSTRUZIONE

2014-06-17T16:24:31+01:00ZRAlt! n. 4 – Primavera 2014|

Fotogrammi pittorici d’un unico film girato da una stordita Mnemosine approdata nella laguna veneziana

di Antonio Gasbarrini

Il titolo di questa mostra personale dell’artista iraniano Rezakhan a Venezia, ne riecheggia un altro pressoché identico: Universo in costruzione. Utilizzato nel 1991 nel testo di presentazione di una delle sue prime uscite espositive nell’aquilana Officina di Claudio Del Romano.

Qui Rezakhan ha collaborato, come grafico, con uno dei più insigni figli dell’arte tipografica italiana (Claudio Del Romano, appunto, scomparso quasi novantenne alcuni giorni fa). […]

COME RILEGGERE UNA CITTÀ DISTRUTTA IN COMPAGNIA DELL’ARTE CONTEMPORANEA

2014-06-17T16:29:24+01:00ZRAlt! n. 4 – Primavera 2014|

Il vivere la città significa ascoltarla e parlarle, sperimentarla vagando attraverso i suoi spazi in cui si compenetrano passato presente e futuro

di Enrica Cialone

Alle volte mi basta uno scorcio che s’apre nel bel mezzo d’un paesaggio incongruo, un affiorare di luci nella nebbia, il dialogo di due passanti che s’incontrano nel viavai, per pensare che partendo di lì  metterò assieme pezzo a pezzo la città perfetta, […]